Come sono gli Olandesi
Amicizie,  olandesi,  vita in Olanda

Come sono gli olandesi?

Come sono gli olandesi è una delle domande che sorge spontanea quando si pensa a un trasferimento in questo paese. Che dire…come in ogni paese sono da considerare tutti i pro e i contro

Se siete genitori, forse mal tollerate l’idea che i vostri figli debbano ingozzarsi di panini a scuola perché il pasto caldo come in Italia non è quasi mai previsto (e quindi neanche 70 euro di mensa al mese, e questo è sicuramente un pro ) 😜

C’è chi dell’Olanda non apprezza, e per molti versi è assolutamente condivisibile, il fatto che alcune categorie come le multinazionali debbano godere di agevolazioni fiscali negate ad altre realtà imprenditoriali

C’è chi invece da una prospettiva meno ”intellettuale”, ma non per questo meno comprensibile, non sopporta il modo di fare degli olandesi e non riesce proprio ad abituarsi al loro approccio apparentemente un po’ emotivamente distante e calcolatore

C’è invece chi adora come me l’idea di poter uscire non proprio pettinata e truccata alle 8,30 e 1 minuto per  accompagnare i miei figli piagnucolanti a scuola, certa che nessuno noterebbe il mio aspetto trascurato, perché tutte o quasi si presentano in quello stato

Non mi potrei MAI e poi MAI immaginare di accompagnare i miei figli in quelle condizioni in una scuola di Roma, sicuramente non nel quartiere dove ho vissuto prima, senza dovermi confrontare con padri incravattati o madri in tailleur e scarpe col tacco che lasciano i propri figli a scuola prima di scappare a lavoro

Ovviamente io abito in un paesino, ma qualcosa mi dice che la situazione non sarebbe tanto diversa se vivessi in una grande città come Rotterdam, Haarlem o Amsterdam

Certo…non si può negare che l’olandese tipico sia piuttosto calcolatore, con uno spiccato senso dell’organizzazione personale (e a volte anche quella degli altri) e una forte tendenza a voler tenere ogni aspetto della propria vita sotto controllo. Per farvi un esempio pratico…

L’AGENDA, se vivete qua…vi sarete sicuramente accorti che quando siete sul punto di fissare un appuntamento con qualcuno, la risposta classica è: ‘’devo consultare la mia agenda…in questo momento prooooooprio non lo so’’ 🤔. Una risposta che mi faceva saltare i nervi i primi mesi che abitavo qua, pian piano mi sono abituata

Io non ho MAI avuto un’agenda, nutro un rifiuto profondo per tutto ciò che rimanda a una vaga forma di pianificazione temporale. Fortunatamente e quasi sempre la memoria non mi inganna mai e sono contenta di non dover dipendere da un accessorio che sono convinta perderei di frequente

A un eccesso di self-control, si contrappone in senso positivo una grande semplicità d’animo, e una linearità di pensieri (coerenza) che io apprezzo molto negli olandesi e che mi mette in uno stato d’animo positivo e propositivo

Faccio un altro esempio pratico:

La semplicità si riaggancia al primo esempio citato sopra: esci con i capelli spettinati, nessuno ti osserva, nessuno ti giudica, nessuno fa battutine antipatiche alle tue spalle. Ad eccezione di certe zone del paese di cui parlerò in altra sede. Nel complesso non è molto comune trovare un olandese SNOB, ‘borghese’ si, ma non SNOB. Magari affronterò la questione che riguarda la differenza fra SNOB e BORGHESE dal mio punto di vista in un altro articolo

Organizzazione: l’olandese tipico indossa scarpe da ginnastica quasi tutti i giorni e in quasi tutte le occasioni. Usa quasi sempre la bicicletta anche per spostamenti lunghi e notturni, impeccabilmente munito di tutte le  precauzioni necessarie (gilè, benda o braccialetto a catarifrangenti) per evitare di farsi investire

Altro esempio: la vacanza

L’olandese tipico che va in vacanza comincia a pianificare nei minimi dettagli cosa portarsi già 2 mesi prima di partire. Ho visto la roulotte dei miei vicini parcheggiata davanti a casa loro per un mese almeno prima della partenza

Ogni giorno la caricavano con quello che gli serviva suddiviso per categorie (primo giorno biancheria, secondo giorno vestiti, terzo tutto il necessario per cucinare e così via)

E pensare che noi fino a 2 mesi prima spesso non sappiamo neanche dove andare in vacanza

Linearità e coerenza: l’olandese tipico è tutto tranne che arzigogolato. Il concetto di ‘’paranoia’’ non esiste nel loro vocabolario. Lo posso testimoniare a gran voce essendo sposata con un olandese, ma anche per sentito dire da altre donne del mio entourage con cui ho stretto una relazione un po’ più profonda

Generalmente hanno le idee molto chiare fin da subito e sono un po’ insofferenti verso chi indugia prima di passare all’azione! Questo è un aspetto a cui ad oggi non mi sono ancora del tutto abituata, tanto più che sono una persona un po’ indecisa di natura e non amo quando mi si mette fretta nel prendere una decisione di qualsiasi natura essa sia

Lato negativo:

Ridondanza: l’olandese tipico è piuttosto abitudinario in tema di argomenti. Fra gli argomenti più ricorrenti nei discorsi degli olandesi si possono elencare in ordine di interesse:

Casa e/o giardino: di questo aspetto ne ho parlato anche in questa pagina in relazione ai lavori che vanno per la maggiore in Olanda. Un modo per conquistare l’attenzione di un olandese è proprio quello di aprire un discorso sulla casa

Se ve la state ristrutturando o prevedete di farlo presto, vorranno avere un resoconto dettagliato di tutto il progetto, anche per potervi dare dei consigli e indirizzarvi eventualmente a una ditta o persona di loro fiducia. Stesso discorso vale se state per trasferirvi in un’altra casa o progettate di farlo a breve

Vacanze: argomento che fa brillare gli occhi agli olandesi e li mette di ottimo umore. Provate a condividere qualche aneddoto della vostra vacanza con loro, descrivendogli i posti che avete visitato o chiedendo loro consiglio sulle destinazioni e vedrete come si scioglieranno nei vostri confronti

Hobbies: questa non è una prerogativa correlata unicamente agli olandesi. Che non si fraintenda, tutti possono coltivare delle passioni e/o hobbies a prescindere dalla nazionalità di appartenenza

Quello che tengo a precisare pero’, è che se si hanno sarà di gran lunga più facile stringere amicizia con un olandese che condivide la tua stessa passione / hobby

Per fare un esempio pratico, se si è amanti della pesca o della fotografia ad esempio, ci si sentirà invogliati a cercare persone con cui condividere queste passioni e una delle strade piu scontate è quella di iscriversi ad un club / associazione o frequentare eventi a tema

In un tale contesto, quello che ho notato frequentando alcune sessioni di fotografia, è che si, si riesce ad aprire facilmente un varco al dialogo reciproco, ma solo ed esclusivamente in tema di fotografia

Fuori da quell’ambito non si esce. Questo perché l’olandese tipico ha una forma mentis tale per cui, per dirla forse con toni un po’ estremi, ogni tipologia di occasione richiama una certa tipologia di argomenti, a seconda della fascia di età

Clima: hanno una spiccata curiosità per i mutamenti climatici. Ogni giorno si leggono il meteo che rientra fra i loro argomenti preferiti, ottimo per rompere il ghiaccio. Ciò non toglie che potrebbero parlarne per una buona mezz’ora, soprattutto quando il tempo è caldo e soleggiato o si prevede tale

Altri argomenti sono di natura politica ed economica (ma sono circoscritti ad un pubblico meno giovane). I giovani in genere non parlano di politica, se non in determinate occasioni

Come potrete notare non ho elencato nessun argomento che potrebbe collegarsi alla sfera personale. Non amano affrontare discorsi che possano anche solo lontanamente sfiorare la loro sfera personale

Sarà difficile che un olandese (nel caso specifico un altro genitore come voi) possa condividere con voi aspetti della sua vita personale, anche se lo frequentate da molto tempo

Fede religiosa, problematiche familiari, racconti di vita che concernono la propria famiglia del tipo ‘i miei nonni quando si sono innamorati si sono dovuti sposare clandestinamente perché i loro genitori erano contrari alla loro unione e hanno perciò vissuto in povertà fra mille difficoltà” vengono sempre evitati. Piuttosto ti diranno che i loro nonni andavano sempre in vacanza in Italia e andavano pazzi per il gelato al pistacchio 😀

Un altro tratto distintivo degli olandesi infatti é l’eccessiva attenzione alla forma, anche se si tratta di un connotato piu caratteristico delle fasce di età piu avanzate

Classico esempio può essere rappresentato dall’usanza di inviare bigliettini di auguri per posta ad ogni occorrenza importante come compleanni, anniversari di matrimoni, nascita di un figlio

Magari le stesse persone non ti fanno MAI una telefonata, o non ti vengono MAI a trovare o ancora peggio, non ti invitano MAI, però il biglietto non te lo fanno MAI mancare

Questo approccio per noi italiani in Olanda potrebbe risultare un po’ noioso, monotono e distaccato. Noi per cultura e tradizione siamo più protesi a condividere la nostra sfera emotiva e personale con il circondario

Un atteggiamento questo suscettibile di fraintendimento dagli olandesi che potrebbero interpretarlo come un tentativo di invadere la loro privacy

Dopo un anno e mezzo di vita in Olanda e 10 anni di frequentazione regolare di olandesi mi sono resa conto che una buona dose di auto-controllo rispetto a questi temi è meglio averla se si mira col tempo ad avere contatti più frequenti con i locali

E adesso entriamo più nel vivo del tema di questo Blog, i genitori

Lati positivi:

Partecipazione alla vita dei figli: da quello che ho potuto osservare, in una coppia i genitori sono entrambi presenti nella vita dei figli. Molte coppie di genitori lavorano part-time per poter accudire in alternanza i figli

Rispettano i reciproci spazi, che siano di natura professionale o di altro genere. La gelosia è un concetto che non sussiste o raramente nel rapporto di coppia in Olanda

Questo è l’aspetto che preferisco fra tutti

Un po’ meno: nella famiglia la donna olandese tiene sempre un po’ le redini di tutto, dalla casa, ai figli, al lavoro e questo è un dato che le fa certo onore

Quello che a me infastidisce non poco nelle donne-madri, è l’ostentazione di un approccio troppo sicuro di se stesse, come se volessero implicitamente convincerti di avere sempre la situazione sotto mano

Inoltre, spesso mancano di tatto e sembrano insensibili verso i sentimenti e le debolezze altrui. Potrei soffermarmi maggiormente su questo aspetto, ma per il momento lo trascuro e vado avanti

Lati negativi:

Troppa libertà ai figli: fra tutti, direi quello di lasciare i figli troppo liberi già nei primi anni di vita di circolare da soli. E’ vero che in Olanda si registra un basso tasso di criminalità e un alto livello di controllo sociale (basti pensare che ogni quartiere ha un gruppo di riferimento su WhatsApp per comunicare a vicenda e tenersi sempre allerta dai possibili pericoli come furti o altre forme di reato

Ciò non toglie che gli automobilisti per quanto dotati di un alto senso civico alla guida possano sbucare da ogni angolo e investire i bambini. E poi non so voi, ma io non riuscirei a stare tranquilla pensando che mio figlio di 5 anni, magari pure vivace, potrebbe cadere da uno scivolo mentre io non sono presente 😱

Questo denota come un altro termine che non rientra nel vocabolario della maggioranza degli olandesi è l’ANSIETA’, tipico invece di noi genitori italiani

Certo, potrei scrivere altre 10 pagine sui pro e contro del vivere in Olanda per me. Per il momento mi fermo qua e spero di aver fatto un po’ di chiarezza su come sono gli olandesi

Come sempre vi invito a commentare i contenuti di questo articolo e a condividere le vostre esperienze con me. Voi come vivete in Olanda? come sono gli olandesi secondo voi?

Giulia

2 commenti

  • Rossella Maglio

    Ciao Giulia anch’io, come te,vivo in una piccola cittadina dei Paesi Bassi da un anno e mezzo in via definitiva. ( già ero stata qui 5/6 anni fa per 2 anni). Io una cosa che non sopporto sono gli rapporti tra genitori ( della classe) il non organizzare mai nulla per condividere un momento insieme, se non di rado fuori scuola un freddo scambio di informazioni sul clima🤦🏻‍♀️. E poi le feste dei bambini ….no comment

    • Giulia Cerocchi

      Ciao Rossella, sei la Rossella dei fotografi italiani ;-), giusto? giusto per capire. Ti capisco, i Paesi Bassi sono soprattutto per i nostril figli credo. Io non riesco a legare veramente con nessuno, tranne con una che fa la skipper e quindi torna una volta al mese o ogni 2 mesi. A me irrita quel sorrisino delle madri dei compagni dei miei figli, mi pare ipocrita, quel modo formale e distante di rivolgersi a me, facendo finta di interessarsi della mia vita, oltretutto cio’ succede di rado il piu’ dlele volte non mi filano. Mi piacerebbe trovare un lavoro, part-time perche’ per una serie di ragioni logistiche non posso al momento stare fuori casa 50 ore a settimana (compreso il tempo delle trasferte a e da lavoro), ma non riesco a trovarne uno con condizioni decenti (di pagamento e contrattuali, parlo del classici contratti a 0 ore dove l’orario cambia di settimana in settimana, regime incompatibile con quello inflessibile dei contratti dell’asilo). L’unica cosa che mi consola e mi rende felice e’ che ho la piena convinzione che i miei figli qui sono felici. Potranno avere un future. Lo Stato investe molto sulle infrastrutture e per i servizi soprattutto per i bambini e per i giovani e questo alla fine e’ cio’ che conta. A Roma non avrebbero tutto questo. Per le amicizie e per i contatti per noi alla fine c’e’ sempre tempo e ci sara’ modo di trovarceli piu’ facilmente quando i figli saranno piu’ grandi e noi avremo piu’ tempo per organizzare i nostril incontri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial