assistenza-sanitaria-in-olanda

Sanità in Olanda (guida e consigli)

Il sistema della sanità in Olanda non è certo facile da comprendere. Se state cercando di capirci qualcosa siete nel posto giusto! Considerate che il sistema della sanità è gestito quasi interamente da organismi a statuto privato, le cosiddette assicurazioni sanitarie! vi verrà subito da pensare, ma è come negli Stati Uniti, allora sono fregato/a! 😟

Eppure non è cosi, perché tutto in Olanda, compreso la sanità, è pensato e architettato per venire incontro alle esigenze di tutti i suoi cittadini, indipendentemente dalle disponibilità finanziarie di ciascuno

Adesso cerco di spiegarvi in parole semplici a cosa mi riferisco

Le assicurazioni sanitarie, cosa sono e come funzionano 

Il governo olandese fissa ogni anno degli obiettivi anche sul piano della sanità. Questi sono rappresentati dai pacchetti sanitari di base che includono una serie di servizi come le visite dallo specialista (oculista, ortopedico, cardiologo, analisi del sangue, medicinali e via dicendo)

Ogni società, e ce ne sono parecchie sul mercato, offre una combinazione di costi e servizi più o meno conveniente a seconda delle necessità mediche di ognuno

Ad esempio, alcune compagnie prevedono nel pacchetto base una serie di 12 sedute di fisioterapia, altre 9 e così via. Il che significa che se soffrite di mal di schiena cronici come me, vi conviene optare più per questo tipo di pacchetto

Una piccola eccezione nell’ambito della  sanità è rappresentata dal dentista, ma ne parleremo fra poco

Proseguendo…nelle direttive dello Stato rientrano anche i costi standard a carico del paziente che nel 2018 ammontano ad una franchigia di 385 euro annuali

Che significa questo?

Significa che ad eccezione di alcune prestazioni mediche come le visite dal medico di famiglia (huisarts) e il parto (inclusi tutti i controlli preliminari e  pernottamento in ospedale), i servizi sono a carico del paziente fintanto che l’ammontare dei costi in un anno non supera i 385 euro

Al di sopra di questa soglia l’assicurazione copre interamente i costi. Ad esempio, se in un anno hai subito un’operazione alla gamba per un costo superiore ai 385 euro, i controlli successivi all’operazione non verranno più addebitati al paziente, ma saranno interamente coperti dall’assicurazione sanitaria

Per approfondimenti vi rimando a questo link  di una pagina dove sono consultabili tutti i costi dei medicinali in Olanda

Purtroppo tutti i contenuti telematici e cartacei gestiti dal settore pubblico legati al settore della sanità si trovano quasi sempre solo in olandese

All’interno della pagina afferente al link soprastante troverete due campi di ricerca che potrete riempire inserendo il nome (naam), la marca (merk) o il codice (code) del medicinale per conoscerne tariffe e termini di rimborso

Quando leggete ”vergoeding” (rimborso) o ”vergoed” (rimborsato), dovete sempre tenere a mente le condizioni sotto cui si applicano tutti i rimborsi per i medicinali e i trattamenti sanitari, ovvero:

TUTTI I COSTI CHE NON SUPERANO LA FRANCHIGIA DI 385 EURO ANNUI SONO A CARICO DEL PAZIENTE. AL DI SOPRA DI QUESTA SOGLIA  I MEDICINALI E I TRATTAMENTI SONO A CARICO DELL’ASSICURAZIONE

All’interno di questa pagina, nell’angolo in basso a sinistra, potrete farvi un’idea dello schema prefissato dal governo per le tariffe e i medicinali che entreranno in vigore dal 1 gennaio 2019 (laatste nieuws – uitstroom geneesmiddelen 2019)

Nel sito dell’Istituto nazionale della sanità in Olanda  si possono consultare le linee guida sui termini di rimborso delle assicurazioni sanitarie

Il dentista (tandarts)

E’ bene sapere che sotto i 18 anni di età è previsto un maggior numero di trattamenti e servizi rimborsabili al 100% dall’assicurazione sanitaria.  Ogni assicurazione stabilisce quali sono i servizi e i trattamenti da rimborsare e quali no

Dal compimento dei 18 anni, alcuni trattamenti e servizi non vengono più rimborsati, in genere quelli più basici come la pulizia dei denti o i controlli di routine. Altri, in genere quelli più complessi come la protesi dentaria, l’odontoiatria o altri tipologie di impianti cadono invece sotto il regime della franchigia

Prima di scegliere la vostra assicurazione, se optate per il pacchetto base (basisverzekering) andate sempre a verificare a quali servizi/trattamenti le assicurazioni applicano il regime della franchigia e a quali no e poi scegliete in base alle vostre esigenze e preferenze

Di seguito elenco qualche termine utile per orientarvi nella ricerca:

Zorgverzekering = assicurazione sanitaria

Eigen risico = proprio rischio / franchigia

Vergoeding = rimborso / vergoed (rimborsato)

Behandelingen = trattamenti

Geneesmiddelen = medicinali

Ziekenhuis = ospedale

Zorg = assistenza sanitaria

Aggiungo anche che sotto ai 18 anni di età il pacchetto di assicurazione base è gratuito

In alcuni casi i datori di lavoro si offrono di coprire completamente o in parte i costi dell’assicurazione sanitaria. In altri casi soprattutto quando si tratta di grandi organizzazioni, all’impiegato vengono proposti dei pacchetti base a prezzi scontati precedentemente negoziati dall’azienda con una o più assicurazioni sanitarie

Ovviamente si può optare per una franchigia più bassa (es 250 euro), ma in compenso si pagherà un premio mensile più alto, è una decisione che spetta al singolo ed è del tutto personale

Aggiungo una penultima nota anche se può sembrare superflua: io ho optato per una modalità di pagamento su domiciliazione che prevede se necessario un addebitamento dei miei costi su base trimestrale direttamente dal mio conto corrente. L’ho fatto per non dovermi sempre sbattere a pagare le fatture, ma una formula diversa può sempre essere concordata con il vostro assicuratore in base alle vostre esigenze e preferenze

Ho anche optato per una formula di pagamento trimestrale. Le tempistiche possono variare da assicurazione ad assicurazione

Come ultima nota personale, mi sento di aggiungere che se è vero che il costo mensile dell’assicurazione può in qualche modo pesare un po’ sul bilancio familiare, è anche vero che il mercato delle assicurazioni è molto articolato e offre una gamma di scelta molto variegata in tema di tariffe e servizi

Il vantaggio sta anche nel fatto che trattandosi di contratti annuali e non prevedono nessun obbligo di estensione, è sempre possibile guardarsi intorno e optare per delle formule più vantaggiose. Se ci riuscite, provate a negoziare delle tariffe migliori con la vostra assicurazione!

Zorgtoeslag / sussidio di assistenza sanitaria

Si tratta di un sussidio sociale che viene erogato mensilmente a chi non può permettersi di pagare pieno l’assicurazione medica. Il diritto si applica nel caso in cui il reddito annuale non superi queste cifre:

Singolo: 28.720 euro lordi l’anno

Di coppia o famigliare (se uno o più coabitanti lavorano): 35.996 euro lordi l’anno

Ovviamente il sussidio si applica anche nei casi di disoccupazione.

L’ammontare del sussidio varia a seconda del reddito mensile quindi è difficile stimare una cifra esatta.

Questo sussidio viene erogato dall’ufficio delle tasse, servizio zorgverzekering che regola anche altri ammortizzatori che tratterò più avanti.

Come scelgo l’assicurazione?

Per questo vi rimando a due siti che trattano molto esaustivamente questo tema:

Assicurazione in Olanda: quale scegliere e come

oppure questo Il sistema sanitario olandese

Ma come lavorano i medici di famiglia e come sceglierli?

Che dire…inizialmente molti o alcuni di voi potrebbero avere delle perplessità sulla qualità dei medici di famiglia o generalisti, e dubitare delle loro competenze. Non vi aspettate certo di trovare medici scrupolosi pronti a sottoporvi a 1000 analisi prima di diagnosticare la causa del vostri malesseri

I medicinali (a partire dagli antibiotici) sono quasi banditi in Olanda e a meno che non ti vedano entrare piegato in due dal dolore sarà raro che ve li prescrivano, almeno no dopo il primo controllo

In genere ad essi antepongono i classici metodi naturali della nonna (se hai un’infiammazione all’occhio, fai gli impacchi di acqua calda 3 volte al giorno; hai una ferita infettata, lascia freddare l’acqua bollente, versaci 3 cucchiai di soda e tieni il piede a galla 2 volte al giorno; hai la febbre a 38 da 5 giorni, paracetamolo, hai l’otite con un male cane? paracetamolo

Con i  bambini sono più scrupolosi. Questa è la tendenza più o meno diffusa fra i medici generalisti

C’è anche da dire che in Olanda i generalisti sono i primi referenti dei pazienti a cui spetta la decisione di inviare il paziente da uno specialista oppure no

Sono sempre rigorosamente i generalisti che contattano gli specialisti inviando loro se necessario una copia del file medico del paziente. La tendenza diffusa è quella di non mandare dallo specialista, almeno non dal primo incontro

Ho molto riflettuto su questo aspetto e mi sono anche documentata per ipotizzare le ragioni di tale reticenza. Se da una parte domina un’impostazione mentale rivolta al risparmio su tutte le cose (i premi infatti aumentano con l’aumentare dei controlli, degli interventi, dell’acquisto di medicinali e così via), un po’ come funziona con le assicurazioni delle macchine i cui premi aumentano all’aumentare degli incidenti stradali

Dall’altra parte, esiste un protocollo medico nazionale in Olanda che stabilisce delle linee guida generali (best-practices) che sono vincolanti per il personale medico. Un protocollo che va rispettato al fine di tenere in piedi un regime di costi che risulti più o meno sostenibile da tutti

E come lavorano i farmacisti? qual è il loro approccio verso il paziente?

Lo stesso discorso vale per le farmacie, credo che i nostri farmacisti italiani abbiano una macia in più . La prima volta che sono entrata in una farmacia, mi aspettavo di ricevere qualche consiglio in più rispetto alle indicazioni del medico. Mi aspettavo che potessero consigliarmi a freddo su un medicinale piuttosto che un altro, ma mi sono dovuta ricredere

La mia impressione è che i farmacisti si attengono scrupolosamente all’indicazione del medico e se hai qualche domanda specifica su un medicinale o prodotto in generale, ti invitano a leggerlo sulla scatola

Ad ogni modo, se non vi ritenete pienamente soddisfatti del parere del vostro medico, consiglio di seguire un percorso parallelo. Documentandovi su internet o rivolgete le vostre domande e perplessità a degli specialisti italiani. Ci sono varie sezioni in rete come Forum di discussione a cui partecipano medici italiani competenti che sanno rispondere alle domande in modo piuttosto esaustivo

Per me la prestazione dei medici italiani resta e resterà sempre una delle migliori nel mondo e quando sento il bisogno di ulteriori accertamenti se qua mi sbarrano la strada, prendo un aereo e faccio visitare i miei figli in Italia, tornando sempre soddisfatta

Per quanto concerne la scelta dei medici di famiglia, potete trovare in rete una lista di medici che esercitano nel vostro comune di residenza, oppure potete chiedere un elenco presso il vostro comune prima di iscrivervi

Se volete andare più sul sicuro, vi consiglio di chiedere ai genitori dei compagni dei vostri figli, o ai vostri vicini, io ho fatto così. Non abbiate un’assoluta fretta di trovarne uno subito, valutate i feedback del vostro vicinato e se non siete soddisfatti alla prima visita, sentitevi liberi di cambiare finché  non troverete quello con cui vi sentite maggiormente in sintonia

La figura dell’assistente è molto comune in Olanda. L’assistente filtra le richieste del paziente prima di fissare un appuntamento dal generalista

In sostanza: per andare dal medico generalista devi passare per l’assistente e per passare allo specialista devi passare per il medico generalista 

Assicuratevi però in anticipo che la scelta del medico generalista  non sia preclusa ai soli medici del proprio comune di residenza. Medici di altri comuni possono anche rifiutare la vostra richiesta (a me é successo!)

Come funziona il parto?

Anche le modalità che regolano l’assistenza al parto in Olanda sono alquanto bizzarre e rispondono sempre un po’ a quella logica del  risparmio e del volersi semplificare la vita al massimo. Logica che si applica a tutti i contesti

Innanzitutto, non esiste la figura dei ginecologici che seguono la donna dall’inizio al termine della gravidanza. Qui subentra una figura che non ci suona certamente nuova, ma che in Olanda ha una doppia funzione: l’ostetrica, che si occupa di seguire la donna durante tutte le fasi della gravidanza fino al parto

In genere durante la gravidanza, soprattutto all’inizio della gestazione, a meno che non si tratti di una gravidanza a rischio, i controlli in genere non  vengono fatti in ospedale, bensì in appositi ambulatori da parte di ostetriche

L’Olanda è uno dei pochi paesi se non l’unico in cui sopravvive da secoli la tradizione di partorire in casa (non poche ancora lo fanno), bensì la tendenza sia sempre più quella di partorire in ospedale

Le ragioni ipotizzate alla base di questa scelta sono le più varie. L’idea che mi sono fatta è che il ricovero in ospedale dopo il parto naturale, che si applica nel 70% dei casi e solitamente senza epidurale, di prassi è molto breve, non supera le 3 ore in genere

Ebbene sì, se il parto non ha avuto alcuna complicazione, si viene dimesse solitamente dopo poche ore dall’ospedale, non senza aver prima somministrato una bella dose di paracetamolo per alleviare il dolore post-parto, quello che non manca MAI. Quando l’ho saputo mi mancava l’aria 😩

E allora adesso vi chiederete, e poi…che succede…la mamma viene lasciata da sola con un neonato in preda all’esaurimento e ai dolori?

No…perché in questi casi si prevede per chi lo desidera l’assistenza di una puericultrice che assiste la mamma e il piccolo per una settimana a domicilio per diverse ore al giorno. Un servizio che è completamente coperto da alcune assicurazioni, da altre no.

Per maggiori approfondimenti, vi rimando alla pagina partorire in Olanda che mi è sembrata piuttosto esaustiva sull’argomento

Per il momento mi fermo qui. Spero vi siate fatti un’idea generale di come funziona la sanità in Olanda e di non avervi ammorbato troppo con tutti questi dati. Ripeto, in rete troverete senz’altro altri siti anche più completi sull’argomento

Se avete rettifiche da proporre 🤭, idee e suggerimenti su come incrementare questa pagina, non esitate a metterlo nei commenti

Se volete lasciarmi una testimonianza diretta sul parto o su altro aspetto trattato in questa pagina, non esitate a scrivermi, giuliabolcer@gmail.com o a contattarmi su FB

Alla prossima 🤗😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial