Tasse in Olanda

Tasse in Olanda

Le tasse in Olanda le devono pagare tutti, sia gli impiegati che i lavoratori autonomi. In questa pagina cercherò di spiegare a grandi linee come funziona il sistema delle tasse in Olanda

Esistono varie tipologie di tasse in Olanda

L’organo a cui bisogna dichiarare e ovviamente anche pagare le tasse resta sempre il nostro carissimo amico: il belastingdienst (ufficio delle tasse), nome che sarà ricorso almeno 20 volte da quando ho iniziato a scrivere questo Blog

Il Belastingdienst invia le sue comunicazioni in buste blu, che tutti temono come la peste. Chiusa la breve parentesi delle buste, ecco sotto un elenco delle tasse più comuni in Olanda

Iniziamo dalle tasse comunali in Olanda

Ogni anno il comune invia una fattura che include tutti i costi che i cittadini devono pagare per poter usufruire di determinati servizi fra cui:

  • Il servizio di raccolta dell’immondizia che in Olanda deve essere depositata in appositi containers (blu per la carta, arancione per la plastica, verde per le piante e cosi via). L’assegnazione dei colori potrebbe variare da comune a comune
  • La tassa sul valore dell’immobile calcolato sulla base dell’ampiezza della casa, del quartiere in cui si colloca e di altri fattori
  • La tassa per la purificazione dell’acqua
  • La tassa per gli animali domestici
  • La tasse per il mantenimento delle strade e delle piste ciclabili

Si può decidere la tempistica del pagamento (ogni 3 mesi o in una volta)

Noi abbiamo optato per la seconda formula e paghiamo intorno ai 1000 euro l’anno. Alcuni comuni sono più sussidiati di altri e di conseguenza le tasse sono leggermente  più  basse. Da consultazione con amici e conoscenti che abitano in altre zone del paese mi sembra però che i costi siano più o meno gli stessi

Le tasse comunali non sono bassissime, però la qualità del servizio che si ottiene in ritorno è  ottimale (strade sempre pulite e sicure, piste cliclabili dappertutto, prato sempre potato, ponti molto solidi, interventi stradali tempestivi in caso di danni)

Tasse sul reddito (inkomstenbelasting)

Se si percepisce un reddito in Olanda da impiegato una parte significativa delle tasse viene già detratta dal proprio stipendio (come si potrà constatare dai dati riportati sulla busta paga mensile)

L’anno fiscale decorre dal 1 gennaio al 31 dicembre dell’anno precedente. Fra febbraio e marzo dell’anno seguente si riceve a casa un attestato (aangifte inkomstenbelasting) con tutte le informazioni necessarie (voci di costo/reddito e rispettivi codici) per compilare e inviare la dichiarazione dei redditi all’ufficio delle tasse

La dichiarazione dei redditi può essere fatta compilando un apposito modulo digitale reperibile sul sito del belastingdienst (anche per questo serve il DigiD, e il BSN). In alternativa si può affidare il lavoro a un commercialista olandese o ad una società italiana che offre gli stessi servizi. In rete se ne trovano diverse, valutate voi

Qualche mese prima di ricevere l’attestato per la dichiarazione dei redditi, e in genere insieme all’ultima busta paga, si riceve dal proprio datore di lavoro un attestato che contiene dati rilevanti per la compilazione della dichiarazione dei redditi, come stipendi mensili e contributi detratti

Volendo può essere richiesta un’estensione della data di trasmissione del modulo all’ufficio delle tasse telefonando a questo numero: 0800 0543. In alternativa lo si può fare sul loro sito (sempre tramite il DigiD). Si può anche inviare una richiesta tramite Facebook o Twitter, mentre inviare e-mails non è consentito

E’ bene anche notare che il belastingdienst comunica solo in olandese

A cosa serve esattamente questo attestato o ‘aangifte inkomstenbelasting’?

In sostanza serve a bilanciare l’importo pagato nel corso dell’anno precedente con quello che resta da pagare o che bisogna riavere nel caso in cui si abbia pagato in eccesso.

Cosa concorre a determinare i due casi menzionati sopra?

  • Il mutuo di una casa (gli interessi possono essere recuperati nel caso si tratti della prima residenza)
  • Entrate aggiuntive derivate da beni immobiliari. In riferimento a questo è opportuno sapere che esistono dei patti bilaterali fra Olanda e vari paesi dell’UE che prevedono un’esenzione del pagamento delle tasse sugli immobili che si possiedono in uno di questi paesi

In riferimento a questo secondo punto vi segnalo il sito dell’Ambasciata Italiana in Olanda (Den Haag) soprattutto  all’ultimo paragrafo:
I PAESI BASSI HANNO CONCLUSO A.F.B. (ACCORDI FISCALI BILATERALI) CON ALTRI STATI? TAVOLA DELLE RITENUTE FISCALI 

Altri indicatori determinanti sono:

  • Risparmi (non devono superare una certa soglia)
  • Investimenti
  • Reddito proprio e del proprio partner
  • Costi sostenuti per eventuali studi o trattamenti medici

Tassa sul reddito (inkomstenbelasting)

Altra storia è per i lavoratori autonomi e i commercianti, che sono tenuti a pagare l’imposta sul valore aggiunto in Olanda (BTW – belasting over de toegevoegde waarde), corrispettivo dell’IVA in Italia. Il BTW in Olanda è del 21% (in alcuni casi è del 6%, in altri 0%)

I lavoratori autonomi, cosiddetti freelancers, dovranno autonomamente calcolare l’IVA guadagnata servendosi di un un apposito attestato, BTW aangifte, o in alternativa rivolgersi ad un commercialista-contabile.

Per maggiori dettagli sui beni e servizi soggetti ad aliquota e quelli che sono esenti, vi rimando a questo sito

Esistono anche vari termini e condizioni che permettono di sottrarsi al pagamento di alcune imposte. Ad esempio gli expat che si trasferiscono in Olanda lavoro possono beneficiare di un 30% di riduzione fiscale, per saperne di più si consulti questa pagina

Vi segnalo inoltre il sito di IamExpat in inglese su cui mi sono principalmente basata per scrivere questa pagina e dove potrete trovare tutte le informazioni che vi servono per la dichiarazione dei redditi e altro ancora

Infine, sappiate che esistono diversi enti ed associazioni in Olanda che offrono assistenza gratuita nella compilazione dei moduli destinati al Belastingdienst. Ad esempio, in alcuni comuni esiste uno sportello aperto in determinati giorni e a determinati orari, a cui ci si puo’ rivolgere per rivolgere richieste di questo genere

Anche le biblioteche comunali spesso dispongono di personale amministrativo che opera a titolo gratuito a cui si può chiedere una mano, se non altro a tradurre, almeno in parte, il contenuto olandese degli appositi formulari

Infine cito un’associazione con varie sedi in Europa, ACLI (Associazione Cristiana Lavoratori Italiani), con una tradizione centenaria alle spalle, che offre assistenza gratuita nella compilazione di vari moduli destinati al belastingdienst. Fra questi i contributi della pensione e la dichiarazione dei redditi. Vi consiglio di tenerli in considerazione per eventuali richieste di aiuto:

Tel. +31 30 233 3058

utrecht@patronato.acli.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial